Crea sito

Coronavirus, Calabria arancione. Ecco cosa si può e cosa no.

Coronavirus, Calabria arancione. Ecco cosa si può e cosa no.

L’indice di trasmissibilità del contagio nella nostra regione è pari a 1,14. Pertanto la Calabria da questa mattina, fino a venerdì 15 gennaio, sarà in zona arancione.
Insieme a Lombardia e Emilia-Romagna registriamo l’indice rt più alto.

Le regole


Il coprifuoco
Resta in vigore il tra le 22 e le 5, ma prima dell’entrata in vigore della limitazione si potrà circolare all’interno del Comune senza autocertificazione.

Gli spostamenti


Entro i 30 chilometri dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: conseguentemente, sarà possibile però andare a fare visita ad amici e parenti entro gli orari consentiti e “tali ambiti territoriali” si legge nelle Faq del governo. L’autocertificazione è necessaria per spostamenti all’interno del comune tra le 22 e le 5 o per giustificare spostamenti al di fuori del comune e/o della regione per motivi di necessità, lavoro, salute.

Le attività commerciali
Negozi aperti fino alle 21, per evitare che i clienti si concentrino in un orario ristretto e si creino assembramenti. Bar e ristoranti, invece, devono limitarsi all’asporto e alla consegna a domicilio.

Le multe
Per eventuali violazioni, la sanzione applicabile è quella amministrativa, da 400 a 1.000 euro, «eventualmente aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo».