Crea sito

Lorica

Lorica

La splendida Lorica viene denominata
la “perla della Sila”. Essa si affaccia sul lago artificiale Arvo, sulle cui sponde si sviluppano fitti lariceti che rendono l’atmosfera di questo angolo della Sila molto nordica. La vista è mozzafiato. Lo sguardo spazia sull’Altopiano della Sila sino ai due mari, lo Jonio e il Tirreno e in fondo si può ammirare la costa siciliana.

Il territorio


del complesso turistico di Lorica ricade in tre comuni diversi della provincia di Cosenza: San Giovanni in Fiore, Pedace e Serra Pedace.
Lorica è una frazione divisa fra i comuni di San Giovanni in Fiore e Casali del Manco. È situato nella Sila Grande a un’altitudine di 1314 metri s.l.m.

Origini del nome



Il nome deriva dal latino “lorìca” (corazza), e potrebbe essere interpretato come un posto sicuro, invalicabile con pochi abitanti. Esiste poi una leggenda popolare che narra che a Lorica, fu trovata la corazza di un antico cavaliere, in località poi denominata appunto “cavaliere”.

Cosa fare a Lorica

È un centro a vocazione turistica. Grazie alla sua pittoresca posizione sulle sponde del lago Arvo (di origine artificiale) e alla presenza di impianti sciistici e di risalita.

La storia

Alcuni studi rivelano che il territorio di Lorica, non è mai stato abitato prima del XX secolo. In quel periodo i terreni e le aree circostanti furono usate per il pascolo d’altura. Il villaggio ha avuto una rapida crescita dopo il 1930, quando venne completata la diga che diede origine al lago Arvo. Lorica nella sua breve storia ha vissuto periodi di grande splendore turistico e momenti di crisi profonda. Ciò a causa della totale assenza della politica che ha preferito per motivi strategici concentrare altrove le proprie forze. È inoltre presente un antico romitorio risalente al XII secolo e realizzato da Gioacchino da Fiore.

Il lago Arvo


Il lago ha da sempre rappresentato un punto di interesse per gli operatori economici della zona, e sul lago tuttora si ripongono speranze di rilancio turistico.
Esso si trova fra le due più alte vette dell’altipiano silano, ovvero Botte Donato da una parte e Montenero dall’altro. Il lago inoltre è navigabile. Negli anni ha ospitato gare di canottaggio e windsurf. Nel periodo estivo può essere attraversato affittando dei pedalò o facendo un giro su un mezzo a motore.

Le piste

Due nuovi impianti di risalita: uno, il principale, quello di Botte Donato a mt.1928 con cabinovia a 8 posti e l’altro da Cavaliere a Marinella di Coppo con una seggiovia quadriposto.
Il progetto per il rilancio della “perla della Sila” potrà contare su 9 piste, che andranno a coprire un percorso complessivo di circa 20 km per quello alpino e 40 per quello di fondo.

Per ora una pista blu per lo sci alpino, lunga 3300 m scende da 1877 m a 1405 metri. Una rossa si estende per 1000 m. Nell’adiacente Valleinferno due rosse partono da 1665 m e arrivano a 1877 m a Cadicola di Coppa. Nel campo scuola i principianti e i piccoli possono risalire la pista facile con un tapis roulant coperto. Un bob su rotaie funziona tutto l’anno, è posizionato adiacente al campo scuola. Dalla stagione sciistica 2019 è introdotto lo skipass integrato per le 2 località di Lorica e Camigliatello.

Al momento i km sciabili sono 6. I km totali sarebbero 12, ma molte sono vecchie piste in disuso (6 km di piste blu: – 3 km “Rientro”; 1 km “Boschetto”; 2 km “Rientro collaterale”. 4 km di piste rosse: – 1 km Valle Inferno1; 1,2 km Valle Inferno2; 1,2 km Cavaliere; 0,5 km corridoi che connettono il tracciato della “Rientro”. 2 km di piste nere: – 1 km + 1 km Valle del Cavaliere.

Al passo di Carlomagno, a metà strada tra Lorica e Silvana Mansio si trovano invece 3 anelli rispettivamente di 3-5-7 km per lo sci di fondo. Da Lorica a Monte Scuro, sul versante di Camigliatello la pista da fondo segue il tracciato della panoramica Strada delle Vette che collega le più alte cime della Sila: il Monte Scuro(1630 m), il Monte Curcio(1768 m ) e il Monte Botte Donato(1928 m). Il tracciato con differenti difficoltà si inoltra sulla neve tra pinete e faggete con vista sui laghi Cecita e Arvo.

Tra le altre opportunità di Lorica segnaliamo la pista da bob artificiale lunga 1000 m e la pesca sportiva della trota nei laghetti artificiali.

Seguici su instagram