Crea sito

Torta versata alla ricotta

Torta versata alla ricotta

La torta versata alla ricotta è un dolce facilissimo da realizzare ed è di una golosità unica.

Vi basteranno pochi ingredienti e pochissimi passaggi per realizzare un morbido e profumatissimo dolce, perfetto per le domeniche calabresi.

Gli Ingredienti della torta versata alla ricotta

Per il ripieno
250 g di ricotta
100 g di zucchero a velo
100 g di cioccolato a scaglie o gocce di cioccolato
1 uovo
Per l’impasto
400 g di Farina 00
4 uova
150 g di zucchero semolato
200 ml di latte
80 ml di olio di semi
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanilla

Per la copertura
50 g di cioccolato
20 g di latte
15 g di burro
Oppure zucchero a velo q.b.

Procedimento della Torta versata alla ricotta

Preparate prima il ripieno.

In una terrina versate la ricotta con lo zucchero e mescolate. Aggiungete l’uovo. Quando sarà tutto amalgamato aggiungete le gocce di cioccolato. Fate riposare in frigo.

Intanto preparare l’impasto.

In una terrina sbattete le uova con lo zucchero. Aggiungete lentamente la farina setacciate e mescolate. Quando tutta la farina si è assorbita aggiungete il latte e l’olio e continuate a mescolare. A questo punto aggiungete il lievito e la vanillina.

Prendete uno stampo da 24 cm di diametro, imburrato e infarinato e versate metà dell’impasto. Infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti. Sfornate :

A questo punto versate il ripieno di ricotta e livellate con un cucchiaio.

Versate l’altra metà dell’impasto

Infornate per 30 minuti.

A fine cottura controllate che la superficie della torta sia ben dorata altrimenti proseguite nella cottura altri 5/10 minuti. Ogni forno ha i suoi tempi.

Lasciate raffreddare.

Intanto sciogliete a bagno Maria o nel microonde il cioccolato con il latte e il burro.

Ricoprite la vostra torta versata alla ricotta.

In alternativa spolverate semplicemente con zucchero a velo.

Lasciare raffreddare in frigorifero almeno 3 ore prima di servirla.

Buon appetito!

Seguiteci sui nostri social Instagram e Facebook.

Sabina Maiolo