Crea sito

Il MAON museo d’arte dell’Otto e Novecento

Il MAON museo d’arte dell’Otto e Novecento

Il MAON, museo d’arte dell’Otto e Novecento è un museo di recente nascita, inaugurato a Rende nel 2004.

Gli inizi

Dopo una intesa attività di mostre il centro per l’arte e la cultura “A. Capizzano” di Rende si è dotato di raccolte stabili. Da qui l’idea di istituire un vero e proprio museo.

Il MAON nasce da un’idea di Tonino Sicoli, critico d’arte e direttore del museo. Sicoli purtroppo è mancato il 29 Gennaio di quest’anno.
Il MAON è uno dei pochi musei calabresi dedicati all’arte contemporanea che può vantare raccolte stabili di artisti calabresi.

Gli artisti ottocenteschi

Nella collezione dell’Ottocento sono documentati, fra gli altri: Giuseppe Benassai, Andrea Cefaly sr. Rubens Santoro, Giuseppe Cosenza, Salvatore Petruolo, Enrico Salfi. Giuseppe Renda, Rocco Milanesi, Francesco Jerace. Vincenzo Jerace, Francis La Monaca, Gaele Covelli.

Il novecento

Fra gli artisti del Novecento: Umberto Boccioni, Antonio Marasco, Enzo Benedetto, Angelo Savelli. Domenico Colao, Maria Grandinetti Mancuso, Andrea Alfano. Giuseppe Rito, Achille Capizzano, Mimmo Rotella. Luigi Di Sarro, Aldo Turchiaro, Sergio Ruffolo. Nunzio Solendo, Giuseppe Gallo, Alfredo Pirri. Luigi Magli, Francomà, Cesare Berlingeri, Anna Romanello, Giulio Telarico, Francesco Correggia. Mario Parentela, Francesco Lupinacci, Antonio Pujia Veneziano, Salvatore Dominelli, Pietro Perrone, Franco Toscano.

Sono state acquisite anche opere di artisti non calabresi, italiani e stranieri, legati in qualche modo alla Calabria. Tra loro: Carmine Di Ruggiero, Luciano Caruso, Toni Ferro. Vinicio Berti, Marlis Nussbaumer, Camilla Thompson. Alejandro García, Bijan Bassiri.

Il dono della Famiglia Green

Nel 2004 il padre di Nicholas Green ha donato al museo un modello del monumento Children’s Bell Tower. Esso sorge a Bodega Bay in California ed è opera dello scultore statunitense Bruce Hasson.

Capizzano

Il museo è la casa della raccolta di Achille Capizzano, artista rendesse che vinse insieme a Gentilini, Guerrini e Quaroni, i due concorsi per l’esecuzione di un gigantesco mosaico nella Sala Centrale del Palazzo dei Ricevimenti e dei Congressi all’E 42 (EUR, Roma).

Luigi Ladaga nel 2004 ha donato al MAON dei pezzi di straordinaria ricchezza.
Il MAON museo d’arte dell’otto novecento ha sede a Palazzo Vitari ed è stato inserito fra i Luoghi del Contemporaneo, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Scopri altre curiosità nella nostra sezione Cultura & Spettacolo

Seguici sui nostri social

Facebook Instagram e Youtube